31 Ottobre 2020
NEWS

JUNIORES REGIONALI : SAN DONATO - ZENITH S.A. 2-1 ................... MA CHE VERGOGNA QUELLA RISSA NEL FINALE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

01-02-2009 - Juniores Regionali
SAN DONATO : Casaburi, Borghi, Bretoni, Ricci A., Alighieri, Giovannacci, Berti, Tavanti, Pertici (50´ Ippolito), Licari (85´ Brunelli), Provvedi (77´ Branca). A disp. : Dondoli, Pini, Ricci G., Salvatori. All. : Mirco Vella.
ZENITH S.A. : Morosini, Singh, Magnatta, Russo, Oliarca, Tarocchi (77´ Liscio), Maretto, Morelli, Francini (61´ Barni), Matera, Brogi (56´ Vona). A disp. : Tombelli, Ponterosso. All. : Ruggero Di Vito.
ARBITRO : Marcoaldi Mirko di Firenze.
RETI : 26´ Licari, 65´ Tavanti, 67´ Vona.
NOTE : Ammoniti Licari, Provvedi, Tavanti e Branca per il San Donato; Matera, Morelli, Russo, Singh e Maretto per la Zenith S.A. Espulsi al 65´ Magnatta per proteste, al 92´ Russo per doppia ammonizione. Angoli : 3-1 per il San Donato. Recupero : 3´ p.t. + 5´ s.t.

Innanzitutto giallo finale : la partita ufficialmente è stata sospesa al 92´ quando dovevano essere giocati ancora tre minuti di recupero. Motivo : vergognosa rissa in campo.
Ma veniamo con ordine. La Zenith arriva a Tavarnelle dopo una settimana travagliata, ma tutto lascia presupporre l´inizio di un nuovo ciclo visti i buoni propositi con cui i ragazzi di Ruggero Di Vito affrontano questa trasferta. Cinque sconfitte consecutive sono pesanti, urge almeno un punto , se non proprio tre, per ridare morale ai ragazzi e ossigeno alla classifica. Il San Donato da parte sua veleggia al quinto posto, distante sei punti dai blu-amaranto. L´inizio è tranquillo da parte di entrambe le compagini, il primo tiro verso la porta è opera del rientrante Morelli (fuoriquota dell´89 assieme all´altro ´89 Maretto, anche lui rientrante oggi in squadra).La conclusione è fuori di poco alla destra di Casaburi. Sembra determinata la Zenith in questi primi minuti, e al 6´ ancora una punizione dalla sinistra di Morelli serve Maretto in piena area di rigore, la conclusione di quest´ultimo purtroppo non è delle migliori, palla svirgolata che finisce sul fondo. Le squadre in campo cominciano a studiarsi con più attenzione e per buona parte del primo tempo si annientano con un gioco fatto di fitti passaggi che non hanno alcuno sbocco davanti ai portieri. Ci prova il San Donato soltanto al 23´ : Pertici dall´out di destra lancia in area per Licari, che si trova all´improvviso smarcato davanti a Morosini, il portiere non perde tempo e prima che l´attaccante di casa si sia sistemato la palla si catapulta all´istante sui suoi piedi , rubandogli il tempo e riuscendo a deviare la palla fuori area. Due minuti piu´ tardi si rivedono le punizioni liftate di Morelli, la conclusione da fermo dal vertice sinistro dell´area di rigore fa la barba al palo di destra. Ma mentre sembra che la Zenith possa azzardare anche qualcosa di più, arriva la doccia fredda del vantaggio locale. 26´ : dopo una mischia in area, dove la difesa non trova il tempo per rinviare fuori una palla vagante, la sfera arriva a Licari tutto solo in mezzo all´area, recupera la posizione e girandosi indovina un tiro incrociato rasoterra che finisce in rete alla destra di un Morosini sorpreso dalla rapidità dell´azione. Per la Zenith non bastano il calci da fermo di Morelli, il quale ha un´altra occasione al 34´ , la palla sorvola la barriera ma viene bloccata da Casaburi agevolmente. Finale di tempo più incisivo per i gialli di casa, che impegnano Morosini a due uscite coraggiose. La prima al 35´ , contropiede degli undici di Vella con fuga solitaria di Licari. A tu per tu con Morosini cerca di superarlo con un tocco sotto, ma Morosini è reattivo e gettandosi ai suoi piedi riesce a deviare fuori area, dove riprende Pertici ma la sua conclusione a porta ancora sguarnita finisce sopra la traversa. Il primo tempo finisce qui, il risultato piu´ giusto sarebbe il pareggio, ma sono i gol che fanno la differenza e il San Donato il suo l´ha fatto.
Il secondo tempo comincia in sordina per entrambe le formazioni , anche se la Zenith dovrebbe fare qualcosa di più per arrivare almeno al pareggio. Ma e´ il San Donato a farsi ancora pericoloso in avanti prima al 62´ con un bel sinistro di Ippolito che Morosini blocca a terra, poi tre minuti piu´ tardi quando arriva al raddoppio. E´ il 65´ : l´azione si snoda sulla sinistra , un cross arretrato di Licari trova appostati in piena area di rigore tre suoi compagni tutti liberi da marcatura e in posizione regolare. Il più rapido di tutti è Tavanti che di testa batte Morosini da distanza ravvicinata. La Zenith a questo punto ha un´impennata rabbiosa. Passano appena due minuti e al 67´ Vona riceve quasi al limite, spalle alla porta lascia scorrere la palla, si gira in corsa e il suo destro a spiovere finisce in rete fra traversa e portiere. Sembra finalmente avere la squadra blu-amaranto una sferzata di orgoglio, tanto che al 74´ si ha l´illusione del pareggio : l´azione viene rilanciata in area per Barni situato al limite, il giocatore si smarca, entra in area e in corsa batte a rete in velocità,la palla sfiora il palo alla destra di Casaburi , smorzando in gola l´urlo di gioia dei sostenitori blu-amaranto presenti sulle tribune.
Le ultime azioni della partita sono entrambe della Zenith . Prima è Matera che all´84´ impegna Casaburi con un tiro incrociato che il portiere para senza problemi. Poi all´87´ è ancora Morelli che su calcio di punizione dai venticinque metri trova il palo alla sinistra del portiere di casa. La partita sembra ormai indirizzata versa la vittoria per il San Donato, ma in pieno recupero al 92´ il fattaccio. Maretto subisce un fallo sulla tre quarti, resta a terra, l´arbitro sospende il gioco e richiama l´intervento del massaggiatore in campo. Per non perdere ulteriore tempo Maretto si rialza e ricomincia a giocare, l´arbitro lo invita a uscire dal campo per le cure e a rientrare dalla linea di centrocampo come da regolamento. Nel frattempo rimette in gioco scodellando la palla fra due avversari, il giocatore del San Donato anziché restituire il piacere dando alla Zenith il pallone, arpiona la palla e sfugge ai difensori rimasti fermi in attesa della rimessa di cortesia, scatta verso la porta rincorso da Russo che ricorre al fallo da dietro per interrompere l´azione pericolosa del giocatore di casa. Doppia ammonizione per il giocatore blu-amaranto che viene espulso, ma da qui inizia una vera e propria corrida, con una vera e propria caccia all´uomo fra i ragazzi in campo, volano schiaffi, pugni, calci a occhi chiusi. Un finale vergognoso che costringe il direttore di gara a interrompere la partita e a mandare tutti negli spogliatoi dove continua per qualche minuto la disputa fra giocatori ormai nell´escandescenza più totale. Viene richiesto addirittura l´intervento della polizia per calmare gli animi super-eccitati in campo e fuori. Morale della favola : secondo voci ufficiose da parte blu-amaranto l´arbitro ha annotato soltanto le due espulsioni sul campo, il resto si presume sarà materiale per il Giudice Sportivo che dovrà decidere in basa al rapporto arbitrale.
Quindi la settimana dei buoni propositi è finita nel peggiore dei modi. Ora arriveranno anche le squalifiche (speriamo sempre in una clemenza sul piano disciplinare che forse a questo punto della stagione non siamo proprio in gradi di meritare) a rendere ancora più difficile il cammino di una squadra che piano piano sta sgretolandosi sotto il profilo del morale. E la situazione in classifica è ormai arrivata al punto più basso dall´inizio della stagione : un solo punto ci separa dalla zona retrocessione. La sesta sconfitta consecutiva non fa sparire quel 24 nella tabella dei punti che resiste dal lontano 7 dicembre. Allora la squadra con 24 punti era situata solitaria al terzo posto in classifica, adesso è quint´ultima ad un solo punto dal baratro.

Paolo Tarocchi


Fonte: Paolo Tarocchi
Paolo Tarocchi 02-02-2009
Juniores
Andrea, ora capisco perchè da fuori facevano il tuo nome (a quanto m´hanno detto i nostri) quasi minacciandoti. Comunque ti ripeto, a te e agli altri, questo non toglie che a Tavarnelle è stato toccato il fondo. Sono anni che vado in campo o sugli spalti, avevo 7 anni quando ho cominciato con questo sport, quindi quasi 40 anni che sono dentro questo ambiente, so che ci sono momenti in cui in partita si perde la testa per la troppa esasperazione,per la pressione esterna, però posso dirti che tutti, e dico tutti, da una parte e dall´altra, avete dato di fuori. C´è poi chi si diverte a fare l´imbecille anonimo e a fare commenti, ma questa gente la trovi dappertutto, nello sport e nella vita. Quello che voglio dire è che certe scene come quelle di sabato scorso sono vergognose. Capisco il nervosismo in certi momenti del campionato, ma non capisco la caccia all´uomo che ho visto . Ve lo dirò anche di persona, non ho problemi, personalmente spero di non assistere piu´ alla corrida che ho visto in quella partita. Parlo rivolto a tutta la squadra, non a te in particolare è bene intendersi. Stefano e gli altri che erano in macchina al ritorno sanno che li ho massacrati fino a casa, credimi quando vedo queste cose divento una bestia, anche se cerco sempre di calmare le acque anzichè agitarle. Ho dato torto a tutti quanti, quelli in campo naturalmente, senza salvare nessuno in particolare, in quell´istante fossi stato l´arbitro avrei tirato fuori il cartellino rosso venti volte . Ora stiamo tutti aspettando il verdetto del Giudice Sportivo, giovedì pomeriggio, prima della gara con il Barberino, pronti a sostituire chi sarà squalificato , oltre a Paolo e a Beppe gli unici sicuri di non essere della gara, ad opera del Giudice stesso. Perchè è bene che sappiate che se il bollettino esce poco prima della partita, chi risulterà nominato dall´arbitro non dovrà nemmeno essere sulle note. Posso dire che abbiamo toccato il fondo ???????? E ora aspettiamo il campo. Se le squalifiche saranno confermate andremo incontro a figuracce in campo che nemmeno voi immaginate. Spero che l´arbitro abbia la memoria corta e la vista annebbiata, altrimenti saranno dolori per tutti fra qualche partita. La dirigenza si è fatta in quattro per salvare il salvabile, e ora ????? Ditemi che ho torto a parlare così apertamente e che sto sbagliando tutto. Quello che ho visto sabato è sulla bocca di tutti ormai e nessuno lo può cancellare purtroppo .
Questo è uno sfogo, io cerco sempre di essere dalla vostra parte, di voi ragazzi, sono sempre stato in campo e ho sempre difeso i ragazzi dalle critiche più o meno giuste alle quali possono andare incontro giustamente o ingiustamente, permettetemi una volta tanto di criticarvi e di darvi torto !!!!!!!! E a quell´anonimo che si diverte tanto a dire le cose e a nascondere il nome vorrei dire di smetterla con questa sceneggiata, tanto sicuramente qualcuno sa chi sei, non metterti ancor più in ridicolo, dai !!!!


Paolo Tarocchi
peppinoimpastato 02-02-2009
juniores
ora ritornando alla calma forse un pò di nervosismo era presente in noi visti anche gli ultimi risultati ma l´atteggiamento del numeroso pubblico di San Donato che in collaborazione con alcuni dirigenti della società fiorentina(ho visto un dirigente dare le note ad uno spettatore per sapere i nostri cognomi)che continuamente ci minacciava e oltraggiava non mi sembra corretto. Capisco che a Tavarnelle val di Pesa l´unico sfogo degli abitanti sono le partite della loro squadra, ma si deve agire nei limiti. E poi il numero 15 ospite se lo doveva aspettare un trattamento del genere vista la sua mancanza di fair-play ( non restituisce il pallone alla Zenith dopo che un nostro giocatore era a terra per di più si invola verso la porta ).
Paolo Tarocchi 02-02-2009
Juniores
Andrea io lo so, di Francesco pure. Basterebbe farsi riconoscere quando uno dice la sua opinione, soprattutto se è un´opinione cruda .
Che male ci sarebbe !!!!!! Manca la responsabilità delle proprie azioni in questo caso.
peppinoimpastato 02-02-2009
bekka merda
Ah dimenticavo io lo dico chi sono a differenza tua.... Andrea maretto
peppinoimpastato 02-02-2009
juniores
bekka sei proprio un vigliacco di merda facile lasciare questi commenti anonimi.... spero proprio che tu non sia della Zenith perchè sennò fai veramente schifo!!!!!! La vera vergogna sono le persone come te .... Facile parlare da fuori oltretutto vigliaccamente
Paolo Tarocchi 02-02-2009
Juniores
Francesco, lascia perdere. Questo è uno che alla partita c´era, ed è sicuramente dei nostri. Leggi una risposta che lasciò sul Forum prima della partita di Novoli. Prima o poi si saprà chi è . Non ci farà una bella figura quando si saprà chi è. Figuriamoci se in questo periodo invece di cercare di mettere tranquillità all´ambiente si mette ad agitare le acque. Non ha capito niente !!!! Forse si dimentica che da questa parte ho la possibilità di vedere l´ID del pc da dove scrive, se solo riesco a risalire alla sua identità lo scrivo in chiaro a tutti . Giuro !
cecco 02-02-2009
re
bekka anche se non so chi sei non ci rompere i coglioni sennò oltre a quelli del san donato te le do pure a te!!! MATERA
Paolo Tarocchi 02-02-2009
San Donato
Ragazzi, se si continua così sono costretto a mettere obbligatoria l´iscrizione di ognuno per lasciare un proprio commento. E´ da vigliacchi commentare da anonimi, o uno si manifesta per chi è altrimenti fa il suo commento senza offendere nessuno. Andrea, questa persona ha già lasciato un commento nel Forum tempo fa, dicendo che "se non si vinceva a Novoli erano .....zzi nostri" .Questo è uno vicino alla squadra. O a breve so chi è questo "bekka" (che mi sa tanto di Beccalossi , forse forse è anche interista), oppure sono costretto a mettere l´iscrizione obbligatoria per lasciare qualsiasi commento. Fate voi !!!!!!!
peppinoimpastato 02-02-2009
juniores
Ma chi cazzo sei???
bekka 02-02-2009
juniores regionali ??
non siete capaci neanche di salvarvi la faccia .....
siete una vergogna e pensare che la rissa finale ha fatto passare in secondo piano la prestazione in campo .... oserei dire squallida !
Nickname





Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
LEGGE SULLA PRIVACY
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.zenithsupergaambrosiana.it e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di acquisto, richieste di registrazione (richieste di informazioni, richieste di acquisto, richieste di registrazione ) è necessario effettuare la registrazione al sito www.zenithsupergaambrosiana.it . Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti.
(descrivere per quale scopo vengono raccolti i dati degli iscritti)

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (inserire gli indirizzi e-mail a cui vengono i inviati i dati personali dell´utente). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è la ZENITH AUDAX S.S.D.R.L., e il responsabile dei dati personali è il sig. Cammelli Enrico .
torna indietro leggi LEGGE SULLA PRIVACY  obbligatorio