27 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS > Giovanissimi B

Giovanissimi B 1997 : Zenith Audax - Maliseti 0 - 2. Una bella Zenith Audax viene sconfitta in casa da un Maliseti cinico.

06-02-2011 12:30 - Giovanissimi B
ZENITH AUDAX : Ottonello, Cannavò, Tolli, Giacomelli, Fortunato, Giordano, Pisano, Capriolo, Sarti, Gori, Marchione. A disp. : Di Falco, Borriello, Carleo, Mele, Scuotto, Simionati, Veliraj. All. : Enrico Coveri
MALISETI : Cardaci, Fanili, Festa, D´Elia, Tonarelli, Calamai A., Tallarico, Tufa, Baldini, Giunta, Pasquetti. A disp. : Roncolini, Stefanelli, Lo Cascio, Calamai G. All. : Francesco Vallerini
ARBITRO : Lombardi di Prato.
RETI : Tallarico (M) al 16´ e al 36´.

Partita ben giocata da entrambe le squadre, a tratti la Zenith Audax ha comandato il gioco,ma il Maliseti è stato più cinico ed ha approfittato delle minime indecisioni difensive. I primi 15´ è la Zenith Audax a proporsi in avanti ma al 16´ su calcio da fermo Tallarico è stato il più svelto a intervenire sul cross in area e battere Ottonello da distanza ravvicinata. Reagisce la Zenith Audax ma le conclusioni sono sempre imprecise e non impensieriscono l´attento Cardaci. Si va al riposo sull´1 a 0 per gli ospiti. Al 1´ della ripresa il Maliseti realizza ancora complice un´incomprensione difensiva, ancora Tallarico per il 2 a 0. La Zenith Audax non demorde e cerca di rendersi pericolosa in avanti ma il Maliseti legittima la vittoria con un palo colpito da Tufa. Partita equilibrata, corretta e ben giocata dove le individualità e gli episodi hanno fatto la differenza.

Erregi

Fonte: Roberto Gori
SARTIG 12-02-2011
Lettera di un dirigente-genitore
Lettera di un dirigente-genitore

Scrivo questa lettera per raccontare uno spiacevole episodio avvenuto domenica mattina durante la partita categoria Giovanissimi B tra Zenith Audax e Maliseti, vale a dire che in campo si stavano affrontando ragazzini dell´età di 13-14 anni.
Durante una normale azione di gioco un ragazzino in velocità finiva fuori il rettangolo di gioco sbattendo contro un muretto di cemento e rimanendo a terra.
L´episodio nell´immediato non è stato rilevato dalle due panchine, finché le urla provenienti dalla tribuna hanno richiamato l´attenzione dei ragazzi in campo. Proprio mio figlio che era il più vicino all´accaduto mi ha sollecitato ad entrare per poter prestare i soccorsi al compagno di squadra che ancora era fermo immobile. I ragazzi hanno fatto presente al direttore di gara che c´era la necessità di interrompere il gioco per permettere, in questo caso a me, di entrare in campo e soccorrere il compagno, ma l´arbitro ha risposto ai ragazzi che il giocatore era a bordo campo e che lui il gioco non lo avrebbe interrotto. A questo punto rendendomi conto della possibile gravità della cosa non ho avuto esitazioni a proiettarmi in campo non curandomi di quello che ea il pensiero dell´arbitro che, giustamente per lui, ma assolutamente incomprensibile per me, faceva finta di niente applicando quello che era il regolamento. L´agitazione mista alla rabbia mi ha accompagnato in quella corsa verso il compagno di squadra di mio figlio e probabilmente ho anche mandato a quel paese l´arbitro, che vista la mia momentanea invasione del rettangolo di gioco, si è trovato costretto a interrompere per qualche secondo la partita. Era impossibile per me pensare di dover fare il giro a bordo campo per raggiungere quel ragazzino steso a terra perdendo così ulteriori secondi (perché nessuno di noi sapeva cosa realmente avesse subìto, compreso l´arbitro che è sempre rimasto a debita distanza dall´accaduto) e così ho cercato di accorciare i tempi dell´intervento che peraltro poteva essere già tardivo.
Tutto si è risolto con una sbucciatura ad un fianco e dopo le cure da me prestate il ragazzo è potuto rientrare in campo e continuare la sua partita. Fortunatamente tutto è andato a buon fine ma qualcuno si dovrebbe rendere conto che non siamo a giocare in serie A dove l´assistenza medica è garantita da mezzi di soccorso e da persone professioniste, ma in campetti dove anche il più banale degli infortuni a volte può trasformarsi in tragedia e che, soprattutto in questi casi, anche i secondi sono ancor più preziosi.
Il risultato è che io sono stato cacciato fuori dal direttore di gara e mi sono beccato un mese di squalifica, ma tutto questo mi fa sorgere una riflessione: l´arbitro ha applicato correttamente quello che è il regolamento (un giocatore a bordo campo non necessita l´interruzione del gioco), ma vorrei fargli presente che esiste anche il buon senso, e questo qualcuno glielo dovrebbe insegnare.
Il comportamento del direttore di gara, che peraltro tecnicamente è anche molto bravo, è stato per me inqualificabile; è mai possibile visto e considerato anche l´età dei giocatori in campo non essersi mai avvicinato al ragazzo per chiedergli come stava? Non basta indossare un completino nero e un paio di scarpette da calcio per sentirsi degli invincibili? Mi chiedo cosa sarebbe successo a questo signore se le condizioni del ragazzo fossero state ben più serie, la fortuna nella vita spesso purtroppo non basta e allora si faccia un bell´esame di coscienza e si prenda qualche settimana di vacanza. Sono sicuro che la pausa potrebbe giovargli, cosicché noi potremmo presto riacquistare nei nostri campi di calcio un buon arbitro e forse anche un uomo migliore.
Sarti Giacomo

Nickname





Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
LEGGE SULLA PRIVACY
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.zenithsupergaambrosiana.it e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di acquisto, richieste di registrazione (richieste di informazioni, richieste di acquisto, richieste di registrazione ) è necessario effettuare la registrazione al sito www.zenithsupergaambrosiana.it . Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti.
(descrivere per quale scopo vengono raccolti i dati degli iscritti)

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (inserire gli indirizzi e-mail a cui vengono i inviati i dati personali dell´utente). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è la ZENITH AUDAX S.S.D.R.L., e il responsabile dei dati personali è il sig. Cammelli Enrico .
torna indietro leggi LEGGE SULLA PRIVACY  obbligatorio